Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ UNO dei simboli della nuova Aget ed è già entrato nel cuore dei tifosi. Dichiarazione d’amore ricambiata da Gennaro Sorrentino, il play biancorosso, autore di una prova davvero maiuscola contro Sassari: «Fa piacere poter essere un punto di riferimento — dice Sorrentino — e sentire certi cori. Io in campo sono questo così, come mi avete visto, cerco di dare tutto. Domenica avevamo una carica particolare perché volevamo fare bene davanti ai nostri tifosi dopo la vittoria sfuggita all’ultimo a Scafati».
Una bella prova quella con Sassari. Da anni, han detto molti, non si vedeva un’Andrea Costa giocare così: «Facciamo ancora molti errori ma abbiamo confermato la buona prova di Scafati. Abbiamo fatto una bella partita, mettendo tanta grinta in difesa e facendo girar palla. Dobbiamo migliorare però ancora in attacco».
Il problema dei rimbalzi, evidente a Scafati (anche per ‘colpa’ di uno Sneed scatenato) però sembra esser stato sistemato, almeno per ora. «Dopo Scafati — spiega Sorrentino —, abbiamo lavorato tutta la settimana sull’uno contro uno e sui rimbalzi. Ha ragione il coach quando dice che è una questione di movimenti di tutta la squadra e non solo del pivot. Direi che contro Sassari abbiamo fatto bene su questo aspetto».
Nelle prime due partite ha stupito Valentini, che in precampionato si era invece un po’ nascosto: «Conosco bene Jacopo visto che abbiamo giocato insieme l’anno scorso. Conosco le sue doti, l’impegno che mette in allenamento e sul campo e le sue qualità fisiche, che sono eccezionali. Forse ora si nota di più in un palcoscenico più importante come quello della Legadue, ma sapevo che avrebbe fatto bene».
Livorno in questo momento accusa qualche problema. Il centro Bagnoli è out per una tonsillite (con Imola ci sarà ma non al cento per cento), Giuri ha un guaio muscolare e Kemp una distorsione. Senza contare le difficoltà economiche del club.
SORRENTINO però guarda soprattutto in casa Aget: «Vogliamo continuare sulla strada iniziata, con lo stesso entusiasmo. E’ una partita importante, ma lo sono tutte. Il pronostico non ci interessa, noi andiamo in campo per far punti».
Infine, le condizioni di coach Bianchi, che sta bene ma è ancora tenuto in osservazione a Ravenna (è stato rimandato il trasferimento a Imola). Il tecnico dovrà riposare ancora qualche giorno. A Livorno vorrebbe esserci ma i medici sono cauti. Se Bianchi resterà a Imola, la squadra sarà naturalmente guidata da Federico Fucà.
Buone notizie anche sul fronte societario: è stata confermata fra i co-sponsor la concessionaria Ford-Mazda Easy Car.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.