Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

«SONO CONSAPEVOLE delle mie deludenti prestazioni, ma sono certo che migliorerò». Federico Pugi non si nasconde e riconosce che il suo inizio di campionato con la maglia dell’Aget non è stato certo quello atteso. E Pugi, candidamente, accetta le critiche e rilancia la voglia di fare bene: «Mi sto allendando duramente, so che da me ci si aspetta tanto perché sono un giocatore del quintetto. Spero che queste mie prestazioni siano solo un brutto periodo che passerà presto».
A IMOLA mancano non solo i suoi punti, ma anche la sua determinazione. «Non sono soddisfatto se segno 15 o 20 punti ogni partita — continua Pugi —, ma se sono stato utile in un sistema di gioco, se ho dato il mio contributo per la vittoria. E’ questo che conta alla fine. Domenica Bunn aveva segnato 39 punti, ma non era contento perché non abbiamo vinto. Io ci metterei la firma per avere un tabellino personale di soli 4 o 6 punti ogni gara, ma vincere». Non solo Pugi. Dopo l’ultima partita contro Pistoia tutta la squadra è chiamata a voltare pagina domenica contro Venezia. «Sono sicuro che ce la possiamo giocare con tutte le altre squadre — prosegue Pugi —, solo che avendo meno esperienza rispetto a loro dobbiamo fare uno sforzo supplementare. In allenamento e in partita dove dobbiamo buttare sul campo il doppio della grinta. L’ultima gara è stata diversa, però sono convinto che si sia trattato soltanto di un episodio».
E Venezia? «E’ sicuramente un’ottima squadra — osserva l’ala — e anche se non dovesse esserci George sarà dura lo stesso. In allenamento finora abbiamo lavorato molto su di noi e sugli errori che abbiamo commesso. Ora cominciamo a guardare anche a Venezia».
CHIUSURA dedicata al compagno Juan Manuel Fabi, infortunatosi alla caviglia destra nella prima partita contro Scafati. Un giocatore che avrebbe fatto certamente comodo a Imola. «Questa settimana Juan Manuel ha fatto due allenamenti con noi — racconta Pugi — ma non è riuscito a finirli perché sente ancora male e la caviglia gli si gonfia. Non so se tornerà già domenica, comunque ce la sta mettendo tutta e noi aspettiamo il suo contributo. Senza pretendere troppo però, visto che viene da un brutto infortunio».
Mercato di Legadue. L’Enel Brindisi si è rinforzata ingaggiando la guardia americana di passaporto italiano Ray Tutt, l’anno scorso protagonista della promozione di Caserta.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.