Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Se non cambierà idea in queste ore, difficilmente all’Olimpico sarà l’ora di Massimo Mutarelli, mentre tra gli ex potrebbe trovare un posto sulla destra Belleri, oltre, ovviamente a Marco Di Vaio, per il quale quella con la Lazio non sarà una partita come le altre
Per quanto riguarda il modulo sarà 4-2-3-1, oppure 4-5-1, che sulla carta non cambia di molto, anche se nel primo caso ci sarebbe un’idea più offensiva, mentre più attendista potrebbe essere la seconda impostazione, quella che fino ad ora, specie sui campi esterni ha prodotto i migliori risultati. Per quanto riguarda l’undici da mettere in campo, Terzi prenderà il posto dello squalificato Moras assieme a Britos, seguito costantemente dal tecnico dell’Uruguay Tabarez che ne ha incensato le qualità anche in prospettiva, mentre a sinistra viene confermato Lanna e a destra, come si diceva c’è il ballottaggio tra Zenoni e Belleri. A centrocampo Volpi e Mudingayi sono le certezze, con Mingazzini o Mutarelli se si giocherà a tre e Valiani a destra e Bombardini a sinistra. Se il modulo sarà, invece, il 4-2-3-1, se il duo sopra citato rimane certo, dietro a Di Vaio potrebbe essere proposto Amoroso. Con la rifinitura di domani tutto potrà essere più chiaro. In casa Lazio dopo la bella vittoria a Lecce, anche se il martedì successivo se la vedrà in coppa Italia con la Juve, niente turn over e riproposizione del 4-4-2, con Foggia che da finto esterno sinistro giocherà in pratica dietro a due attaccanti, probabilmente Pandev e Zarate

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.