Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

85-102
AGET IMOLA: Swann 13, Valentini 6, Corcelli, Ferri, Bunn 39, Iversen, Sorrentino 19, Pugi 4, Righini, Canavesi 4. All. Bianchi.
CARMATIC PISTOIA: Darby 24, Santolamazza 7, Tyler 12, Rosselli 16, Toppo 1, Baroncelli, Infanti 3, Rabaglietti 17, Ancillari 2, Kazlauskas 20. All. Lasi.
Parziali: 20-26; 44-55; 59-79.
Arbitri: Longhi, Perretti e Cappello.
Note:Tiri da due Imola 22/42, Pistoia 21/34: Tiri da tre Imola 5/14, Pistoia 15/30: Tiri liberi Imola 26/26, Pistoia 15/20: Rimbalzi Imola 27, Pistoia 29.
FAENZA — LA CARMATIC impiega poco più di due ‘atti’ per schiantare le velleità di Imola. Pistoia già alla fine del secondo tempino potrebbe dire di aver chiuso la partita se non fosse per un sussulto d’orgoglio degli avversari che dal meno 21 si riportano al meno 11 all’intervallo. E’ un fuoco di paglia che dura un amen. La Carmatic torna in campo e preme sull’acceleratore e dopo pochi minuti del terzo quarto, stavolta davvero, mette la parola fine al match. Il resto è solo accademia e cori d’esultanza dei tifosi pistoiesi giunti a Faenza. E dire che Imola parte subito forte con Swann, autore di due entrate e una tripla, ben supportato al solito da Bunn, subito protagonista del personale duello sotto canestro con Tyler. Dall’altra parte la Carmatic colpisce con Kazlauskas e con Rosselli. Pugi lascia il posto a Valentini, ma Imola cala l’intensità difensiva e gli avversari ne approfittano per allungare un po’, andando sul +3 con la tripla di Darby. Pistoia a questo punto alza l’intensità difensiva e per Imola cala il sipario. Al primo intervallo Carmatic è avanti 26-20. Il riposo si rivela deleterio per Imola che nel giro di un minuto subisce un parziale di 8-0 firmato Rabaglietti e Darby e la Carmatic vola a +14 (20-34). L’Andrea Costa fa un tentativo di recupero con Bunn e con Sorrentino. Ma le cose vanno poi decisamente peggio. La palla davanti gira con sempre maggiore difficoltà e anche dietro per i biancorossi la concentrazione resta ai minimi termini. Pistoia può così allungare, arrivando anche fino al +21. Nella ripresa Imola tenta il tutto per tutto, ma quanto di buono costruisce in attacco è purtroppo reso vano dalle triple a ripetizione di Kazlauskas e compagni. La Carmatic è padrona del match. Fa il bello e il cattivo tempo e Imola è decisamente alla deriva. In difesa lascia praterie che i biancorossi attraversano in solitaria. In attacco non riersce più trovare la via del canestro andando a sbattere nella difesa monumentale di Pistoia. La Carmatic torna a scavare la voragine del +20 (57-77 al 29’) con cui si va agli ultimi 10 minuti. Dieci minuti di nulla dove la Carmatic gioca per raggiungere quota 100 punti e ci riesce, manco a dirlo, grazie ad un tripla di Rabaglietti.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.