Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Uno scontro al vertice, l’unico della quarta giornata del campionato élite di pallamano che la prossima settimana osserverà un turno di stop per dar spazio alle rappresentative Nazionali. Uno scontro al vertice che, per Beppe Tedesco e i suoi ragazzi, è anche un pezzo di storia, un ritorno al passato, perché la Forst Brixen rappresenta l’eccellenza di questo sport, anche se nelle ultime stagioni non aveva preso parte all’élite.
Si gioca alle 19, a Bressanone: Beppe Tedesco avrà i soliti problemi di formazione da risolvere. Perché agli “infortunati storici”, Marcello Montalto e Giulio Venturi, potrebbe aggiungersi Andrea Santilli. In forse l’ala destra, mentre potrebbe (ma il condizionale è d’obbligo) rientrare Martin Doldan. La società, però, essendoci la sosta di mezzo (Bologna dovrà poi riposare nel successivo turno del 6 novembre), potrebbe decidere di non forzare l’italoargentino, sfruttando la duttilità di capitan Zaniboni e confermando nei quattordici il giovanissimo Alexsandar Hristov, pivot di origine bulgara (ma l’anno prossimo sarà italiano a tutti gli effetti) classe 1992.
“E’ la sfida tra due modi di intendere la pallamano – spiega Beppe Tedesco -. Due modi affascinanti. E sarà la sfida tra due portieri straordinari. Armin Michaeler e Juan Manuel Bar. Forse il confronto si deciderà lì. Siamo in presenza di due specialisti del ruolo. Noi abbiamo pure un piccolo vantaggio, perché insieme con Bar abbiamo anche Matteo Pettinari. Continuo a pensare che una coppia di portieri di così grande valore nell’élite non ce l’abbia nessuno. Per noi, poi, sarà l’occasione per salutare un vecchio amico, quell’Aleksander Radukic che ha fatto parte della storia del Bologna United”.
Approccio cavalleresco (non è una novità) per Tedesco che prova a chiedere un ulteriore sforzo ai suoi ragazzi. “I problemi di formazione ci sono perché mancano alcuni atleti di valore. Fino a questo momento, a parte la gara d’esordio con il Noci, siamo riusciti a mascherare adeguatamente queste assenze. Se vogliamo essere grandi dobbiamo ripeterci una volta di più in una piazza che fa parte della storia della pallamano italiana”.
Le altre gare: Junior Fasano-Teknoelettronica Teramo; Intini Noci-Metallsider Mezzocorona; Conversano-Gammadue Secchia (martedì). Riposa: Bozen.
La classifica: Conversano, Junior Fasano, Bozen, Carisbo Bologna United e Forst Brixen 6; Metallsider Mezzocorona, Teknoelettronica Teramo e Gammadue Secchia 0.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.