Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/bologna_20131220.mp4

Si naviga a vista in casa Bologna. Capiremo, forse, qualcosa di più domani mattina, quando Pioli si presenterà davanti ai taccuini per presentare l’incontro con il Genoa, ma soprattutto per fare un po’ più di chiarezza su questa settimana davvero strana e piena di ombre. Probabilmente anche il tecnico non conosce il suo futuro oltre domenica alle 15, quando al termine della partita qualunque cosa potrebbe accadere, anche indipendentemente dal risultato. Lui, comunque, darà tutto, non solo perchè è pagato per farlo, ma perchè un professionista del suo calibro, sa che le situazioni possono anche essere sfavorevoli ma l’impegno non potrà mai mancare.
Lo stesso faranno i giocatori, lo hanno scritto nel comunicato firmato martedì dal capitano, lo hanno promesso ai tifosi che sono andati a trovarli lunedì sera dopo la debacle con la Fiorentina.
Ma Pioli contro il Genoa sembra deciso ad utilizzare i giocatori che più gli sono vicini: oggi, dopo le varie prove della settimana, nel 3-4-1-2 ha provato in attacco Moscardelli accanto a Cristaldo, così come, dopo aver provato nella difesa a tre Garics, Natali e Antonsson, oggi a sinistra ha provato l’altro suo pupillo Mantovani, con la speranza che più giocatori in campo dalla sua parte, più ci sarà probabilità di vittoria.
Che non vuole dire salvare la panchina, ma almeno lasciarla con un Bologna che può ripartire con tante difficoltà ma con un’inversione di tendenza positiva.
Dunque se nella rifinitura di domani verranno confermate le sensazioni di oggi, davanti a Curci agiranno Natali al centro coadiuvato da Antonsson o Garics a destra e da Mantovani a sinistra. A centrocampo è mantenuta la conferma per Kone a destra, quindi Perez e Krhin centrali e Morleo a sinistra. In avanti oltre a capitan Diamanti che sarà il trequartista, ci sarà Cristaldo e uno tra Moscardelli e Bianchi, con il secondo indicato, comunque, tra coloro che non avrebbero gradito davanti a Guaraldi alcune mosse del tecnico.
In casa Genoa mancherà allenamento mattutino al freddo e a porte chiuse. Recuperato Vrsaljko, resta a parte Portanova, che ha ripreso a correre da giovedì ma difficilmente ormai potrà essere convocato. Gasperini ha parecchi dubbi, il primo riguarda il modulo da adottare, con il 3-5-2 che sembra poter prevalere sul 3-4-3. La scelta, naturalmente, comprenderà pure i singoli, con Konate e Fetfatzidis in campo insieme solo nella versione più offensiva. Per la difesa Antonini, Gamberini e Manfredini, quindi se prevarrà il 3-5-2, Vrsaljko, Biondini, matusalem, bertolacci, Antonelli, quindi Gilardino e Calaiò.
L’incontro è stato affidato a Massa di di Imperia coadiuvato dagli assistenti Paganessi e Petrella e dal quarto uomo Vuoto. Giudici di porta Russo e Tommasi, mentre seguiremo l’incontro domenica a partire dalle 12.00 su Telesanterno durante il Pallone Gonfiato Live, mentre alle 20.40 tutte le interviste e gli approfondimenti durante il Pallone Gonfiato Classic con Alberto Bortolotti e i suoi ospiti.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.